Andrea Stipcovich non si ferma più: ottavo centro stagionale. Terzo titolo regionale per Alex Ostolidi!

Con la stagione ormai avviata verso la fase conclusiva ma soprattutto verso gli appuntamenti “clou”, continuano ad arrivare risultati e soddisfazioni per i #forna sciatori.

Sembra non volersi fermare più Andrea Stipcovich (’07): nella due giorni di gare disputate a Forni di Sopra, valide per il Criterium Regionale Pulcini, l’atleta dello Sci Cai XXX Ottobre è riuscito ancora una volta a salire sul gradino più alto del podio, conquistando due splendide vittorie nel Gigante e nello slalom.

Conquista un altro titolo regionale Alex Ostolidi (’03 Cimenti Sci Carnia) che, dopo essere uscito nella prova di slalom, ieri si è imposto nettamente nel Gigante: un risultato convincente il suo che fa ben sperare in vista della fase nazionale dell’Alpe Cimbra Fis Children Cup, in programma da oggi. Out purtroppo in entrambe le giornate Junio De Tommaso (’05 Sci Cai XXX Ottobre).

Poca fortuna per i #forna sciatori impegnati ai Campionati Italiani Giovani, disputati a Campo Felice (Abruzzo): nelle due giornate dedicate alle discipline tecniche il miglior risultato è stato quello raccolto da Nicole Petri (’98 Ski College Veneto) nello slalom, concluso in 30ma piazza. Niente da fare per Giacomo Dalmasso (’00 Ski Team Fassa) che in entrambe le occasioni non è riuscito a terminare le sue discese. Entrambi erano poi impegnati nei Giganti FIS NJR disputati a Pozza di Fassa, dove domenica hanno centrato la Top Ten, raccogliendo rispettivamente il 6° e 9° posto.

Si è conclusa l’avventura alle Universiadi per Katarzyna Wasek (’96): dopo il 20° posto raccolto in Super G e il 15° in combinata, l’atleta allenata da Elena Valt ha chiuso il Gigante al 16° posto e il Team Event al 5°, non riuscendo purtroppo a tagliare il traguardo nello slalom.

Esordio assoluto in Coppa del Mondo per la compagna di nazionale Magdalena Luczak (’01), che ha preso parte al Gigante e allo slalom della tappa di Spindleruv Mlyn (Repubblica Ceca): un pettorale per ovvi motivi alto e conseguentemente una pista davvero molto rovinata non hanno permesso a Magda di esprimersi al massimo ma resta un’ottima esperienza in chiave futura.

2019-03-11T18:49:31+00:00
Indietro